Il ritratto della padrona di casa

Sophie

2020

Wine
Elegante e avvolgente, affascinante e corposo, impegnativo, attraente ed unico... Una cuvée inconfondibile dei grandi vitigni bianchi che non teme l’invecchiamento. Fate la conoscenza di Sophie!

Vitigni

Chardonnay 96 %, Viognier 4 %

Vinificazione

I grappoli diraspati sono rimasti a macerare per quattro ore nella pressa onde attingere aroma e struttura dalle bucce. La pressatura è avvenuta assai lentamente e in modo delicato per favorire al massimo la finezza. La fermentazione ha avuto luogo in botti di legno in modo spontaneo grazie a lieviti indigeni. Durante i nove mesi dell'affinamento a contatto con i lieviti si sono esaltati sia aroma che gusto.

Posizione e terreno

La metà dell’uva proviene dalla tenuta Lieben Aich a Terlano, l’altra metà da Mazzon di Caldaro. Lieben Aich ha un microclima caldo, con vigneti esposti verso sud-ovest a 300 m slm, terreno sabbioso, porfirico di origine vulcanica. Mazzon giace a 350 m sul livello del mare con ripidi pendii esposti verso sud e prolungato irraggiamento solare; caldo terreno sabbioso/argilloso e detritico su depositi morenici.

Imbottigliamento

19.700 bottiglie ad agosto 2021

Valori analitici

Zuccheri residui: 1,9 g/l
Alcol: 13,5 % Vol.
Acidità: fermentazione malolattica, 5,9 g/l

Annata

Il 2020 ci ha portato un raccolto precoce con buone qualità e buone quantità. La germogliazione non è stata molto precoce, ma una primavera molto calda e un'estate equilibrata sono state ottimali per lo sviluppo delle viti, tanto che abbiamo iniziato a vendemmiare già il 25 agosto. Durante la vendemmia, ci sono state ripetute fasi di pioggia, ma con il nostro pensiero veloce e il nostro meticoloso lavoro di selezione, siamo stati in grado di portare ottime qualità in cantina. A Terlano ed a Mazzon abbiamo raccolto lo Chardonnay con perfetta maturazione. Aroma, zuccheri ed acidità erano su livelli ideali. Con 40 hl la resa per ettaro era assai bassa.

Descrizione e abbinamenti

Colore giallo brillante. Al naso sentori di albicocche, arance, fiori di acacia e di tiglio, poi prevalgono le sensazioni minerali come di pietra umida; avvolgente e corposo al palato, comunque elegante nella struttura, con note minerali persistenti.

Darà il meglio di sé dall'autunno 2021 a fine 2028. Temperatura di servizio: 8 - 10 °C, decantare nei primi anni per apprezzarlo al meglio e servire in calici da borgogna. Si abbina bene a crostacei e frutti di mare, volatili e piatti di pesce importanti; si accompagna ottimamente a formaggi aromatici ed erborinati.

Distributore: Manincor, San Giuseppe al Lago 4, 39052 Caldaro, Italia

Wein

Godere di benefici

Manincor Club

Prendete un bicchiere del vino che preferite e un po’ di tempo per fare la nostra conoscenza. Le più belle foto, le storie più avvincenti e le informazioni più interessanti su Manincor attendono proprio la vostra visita!