Manincor

Rubatsch

Lagrein Rubatsch – il vero autoctono.

Colore e aroma evocano bacche scure dal profondo dei boschi, sensazioni di vellutata persistenza che fanno dimenticare il tempo. È prodotto con uve di vitigno locale, il Lagrein.

Vitigno: Lagrein. – Colore: porpora saturo quasi cupo. – Profumo e gusto: sentori di piccoli frutti neri con note di susine mature, sciroppo di sambuco e liquirizia lasciano presagire già la ricca complessità nell’evoluzione. I tannini sono vigorosi, ma si armonizzano al palato morbidi e vellutati. – Posizione e terreno: due terzi dell’uva provengono dalla vigna “Rubatsch” a Terlano, l’altro terzo dal podere “Seehof” nei pressi del Lago di Caldaro. Rubatsch è una collina esposta verso sud-ovest e posta a 250 m slm, con terreno sabbioso formato da detriti morenici di porfido. Seehof, con esposizione verso sud-est, vista sul lago e un'altitudine di 250 m slm, presenta generosi terreni sabbiosi/argillosi nei quali si mescolano detriti calcarei e depositi morenici. Rubatsch porta finezza ed eleganza, Seehof dà struttura e potenza. – Vinificazione: ogni partita d’uva proveniente dai diversi appezzamenti è stata lavorata separatamente. La fermentazione del pigiato è avvenuta in tini di legno in parte in modo spontaneo grazie a lieviti indigeni. La macerazione è durata due settimane, con follatura eseguita una volta al giorno. L'affinamento in legno per 14 mesi è avvenuto in barrique, utilizzando solamente il 10 % di botti nuove; il vino è rimasto per tutto il tempo a contatto con lieviti fini. Il taglio è stato infine eseguito scegliendo le botti migliori. – Temperatura di servizio: 16 –18 °C, da far decantare nei primi anni e servire in ampi calici da bordeaux. – Abbinamenti: carni stufate e arrosto, ottimo con la selvaggina e i formaggi.