Manincor

And the winner is

Fama e lustro, punteggi e riconoscimenti.

Una bella occasione ci fornisce lo spunto per riflessioni su premi e riconoscimenti nell’universo del vino.

È buono solo ciò che conosce tutto il mondo? Fa un buon lavoro solo chi è sotto la luce dei riflettori? L’Oscar è la garanzia di un buon film? E poi: si supera qualunque esame se ci si prepara solo bene? No. No. No. E ancora no. Molti fiori sbocciano all’ombra. Molte cose richiedono del tempo per evolversi. Una strada che noi di Manincor percorriamo con una certa tranquillità, a piccoli passi regolari e talvolta con qualche lungo balzo.

Ogni dettaglio è importante per noi. Talora dedichiamo tanto tempo a qualcosa di apparentemente minimo. E tutto questo lo facciamo senza fare l’occhiolino a riconoscimenti e premi. Figuriamoci se dovessimo preparare i nostri vini appositamente a tale scopo! Eppure negli ultimi anni siamo stati premiati con frequenza crescente. Ultimo in ordine di tempo il “Gambero Rosso” 2016 che ci ha assegnato lo Special Award “Sustainable Winery of The Year” (Premio per la vitivinicoltura sostenibile)! Davvero un grande piacere. Ma questo premio è l’occasione per raccontare qual è il nostro rapporto con riconoscimenti e premi.

Facciamo un piccolo passo indietro: vent’anni fa abbiamo fatto rinascere Manincor. Dal 2004 la nostra cantina è stata posta letteralmente sotto i vigneti e nel 2005 abbiamo iniziato ad applicare la filosofia del biodinamico: due pietre miliari del nostro percorso. I pilastri del nostro lavoro sono stati da subito un’agricoltura sostenibile, ecologicamente compatibile, e un pensiero orientato alla qualità non incline al compromesso. E il nostro obiettivo sono vini di qualità, eleganti e gradevoli. Nel 2007 con alcuni colleghi vignaioli abbiamo costituito il gruppo “respekt” per trovare una via sostenibile alla qualità autentica assieme a persone che la pensano come noi. Uno sviluppo costante in tutti i settori della nostra azienda, che si insinua anche nella quotidianità della nostra famiglia, e che ci fa progredire ogni giorno. Fin dall’inizio l’eco prodotta dal nostro modo di lavorare è stata positiva; molti estimatori sono divenuti con il tempo fedeli sostenitori dei nostri vini. Accade così che i nostri vini vengano insigniti sempre più spesso di grandi riconoscimenti a riprova del crescente apprezzamento presso il pubblico e raggiungano le posizioni più elevate nelle classifiche delle guide enologiche e nelle riviste specializzate.

Musik_Wein_210x140px

Come avviene ad esempio in Slow Wine, la guida enologica del movimento Slow Food, che ci assegna regolarmente una chiocciola: un riconoscimento che significa “buono, pulito e giusto”. La guida del Gambero Rosso 2016 ci assegna lo special award “The Sustainable Winery of The Year”, che premia il pensare e agire olistico, la simbiosi di qualità e sostenibilità ecologica di una tenuta. Proprio questa è infatti la filosofia di Manincor e per tale motivo ne siamo felici ed orgogliosi. Un simile riconoscimento è al contempo uno sprone a continuare imperturbabili per la nostra strada.

Il nostro obiettivo è produrre vini che parlano da soli ed esprimono un carattere originale. Può anche accadere che questi vini non rientrino affatto in alcuno schema di valutazione: abbiamo chiaro dinanzi a noi dove vogliamo arrivare. Preferiamo che siano estimatori e amici dei vini a giudicare i nostri, magari nel nostro negozio alla tenuta durante un’attenta degustazione e poi nello scambio di opinioni che segue. Ma leggiamo anche molto volentieri ciò che voi avete da raccontare sui vini. Gli elogi ci motivano. Per questo abbiamo così tante cose in programma: in ambito ecologico desideriamo diventare nei prossimi anni quanto più autonomi possibile sotto il profilo energetico e continuare a lavorare alla bio­diversità. All’insegna della qualità vogliamo ulteriormente perfezionare il nostro lavoro con i preparati bio­dinamici perché intendiamo aumentare la vitalità delle viti in modo naturale, favorendo l’equilibrio delle energie della crescita. La salute generale delle piante di vite e il buon sapore delle uve migliorano così gradualmente.

Tanti partner, amici ed estimatori del vino sono parte della nostra storia. Ringraziamo tutti per questo e saremo felici se riceveremo questo stesso supporto anche negli anni a venire.